Skip to Content

Grandezza del testo

Current Size: 100%

Stile pagina

Current Style: Standard

logo bandiera lilla

bandiera-lilla_header.jpg

Logo bandiera blu

bandiera_blu.gif

Logo AICC

aicc.gif

Logo RINA

RINA_ISO-14001_col.jpg

Autorizzazioni scarichi degli insediamenti civili che non recapitano in pubbliche fognature e fosse imhoff

Versione stampabileVersione stampabileVersione PDFVersione PDF

Fognature.jpg

 

Novità sulle autorizzazioni relative agli scarichi degli insediamenti civili che non recapitano in pubbliche fognature e alle fosse Imhoff.

In conformità a quanto stabilito dalla Legge Regionale 16 agosto 1995, n. 43 “Norme in materia di valorizzazione delle risorse idriche e di tutela delle acque dall'inquinamento”, l’autorizzazione agli scarichi di acque reflue domestiche ed industriali (assimilate a domestiche, ai sensi dell’art. 16, c.2, lett. c, e c.3, lett. b, della L. 43/95) che non recapitano nella pubblica fognatura è:
- obbligatoria;
- valida per 4 anni dal momento del rilascio;
- da richiederne il rinnovo un anno prima della scadenza.

Tutti i titolari di scarichi di tali insediamenti che non recapitano nella pubblica fognatura devono pertanto:
- verificare se l’impianto è autorizzato dal Comune/Provincia;
- se non si è in possesso di autorizzazione, presentare nel più breve tempo possibile istanza al Comune per l’effettuazione dei lavori necessari;
- la scadenza della propria autorizzazione;
- richiedere l’eventuale rinnovo dell’autorizzazione stessa.

In assenza di autorizzazione espressa lo scarico relativo ad edifici isolati adibiti ad uso abitativo è punibile con una sanzione amministrativa che va da € 600,00 a € 3.000,00, come disposto dall’art. 133, comma 2, del Decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 e successive modifiche ed integrazioni.

Sono disponibili, in allegato, le planimetrie del territorio comunale con evidenziate le aree di obbligo:
A.di allaccio alla pubblica fognatura nera, previsto all’art. 5 comma 4 del Regolamento del Servizio pubblico di fognatura, determinata dalla distanza di 150 m dalla rete di pubblica fognatura;
B.-di allaccio alla pubblica fognatura nera per le nuove costruzioni, previsto all’art. 5, comma 6 del Regolamento del Servizio pubblico di fognatura, determinata dalla distanza di 300 m dalla rete di pubblica fognatura;
-di dotazione di impianto per lo scarico di acque reflue domestiche ed industriali, assimilate a domestiche per gli edifici esistenti, conforme alla legge regionale 43 del 16.8.1995;
C.di dotazione di impianto per lo scarico di acque reflue domestiche ed industriali, assimilate a domestiche, conforme alla legge regionale 43 del 16.8.1995 ovvero di allaccio alla rete di pubblica fognatura;

Con deliberazione di Giunta comunale n° 221 del 28.11.2014 è stato stabilito di sospendere per un anno, a far data dalla deliberazione, l’efficacia della delibera di Giunta Comunale n. 231 del 21/12/2006, limitando in questo modo gli oneri istruttori ai soli diritti comunali di Segreteria pari a € 70,00, al fine di favorire la presentazione da parte della cittadinanza delle istanze per la regolarizzazione degli impianti di depurazione esistenti delle acque nere.
 

Sono disponibili:


Per ulteriori informazioni rivolgersi al Settore LL.PP. e Viabilità del Comune di Albisola Superiore al numero telefonico 019.48.22.95 interno 243 e 251, nei giorni di martedì e mercoledì dalle 10,00 alle 12,00 e giovedì dalle 13,30 alle 16,30.
 

 

AllegatiDimensione
Schema Rete Acque NERE su base Stradario - CTR TAV-01_ALBISOLA.pdf3.85 MB
Schema Rete Acque NERE su base Stradario - CTR TAV-02_ELLERA.pdf1.77 MB