Skip to Content

Grandezza del testo

Current Size: 100%

Stile pagina

Current Style: Standard

logo bandiera lilla

bandiera-lilla_header.jpg

Logo bandiera blu

bandiera_blu.gif

Logo AICC

aicc.gif

Logo RINA

RINA_ISO-14001_col.jpg

Accesso generalizzato

Versione stampabileVersione stampabileVersione PDFVersione PDF

trasparenza_36.png

 

 

 

 

L’accesso “generalizzato”
L’istanza può essere trasmessa per via telematica, secondo le modalità del D.Lgs. n. 82/2005 e smi
Link per presentazione on line delle domande

Il rinnovato art. 5, c. 2, D.Lgs. n. 33/2013, regola la nuova forma di accesso civico cd.“generalizzato”, caratterizzato dallo “scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche e di promuovere la partecipazione al dibattito pubblico”.
A tali fini è quindi disposto che “chiunque ha diritto di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione”.
L’accesso generalizzato è dunque autonomo ed indipendente da presupposti obblighi di pubblicazione (al quale è funzionalmente ricollegabile l’accesso civico “semplice”), incontrando, quali unici limiti, da una parte, il rispetto della tutela degli interessi pubblici e/o privati indicati all’art. 5-bis, commi 1 e 2, e dall’altra, il rispetto delle norme che prevedono specifiche esclusioni come previsto dall’art. 5-bis, c. 3
Con il nuovo decreto viene così introdotto nel nostro ordinamento un meccanismo analogo al sistema anglosassone (c.d.. FOIA-Freedom of information act) che consente ai cittadini di richiedere anche dati e documenti che le pubbliche amministrazioni non hanno l’obbligo di pubblicare. Si sottolinea come l’esercizio del diritto non è sottoposto ad alcuna limitazione quanto alla legittimazione soggettiva del richiedente.

Le richieste possono altresi essere presentate:
- via PEC all’indirizzo protocollo@pec.albisup.it
- a mano all’ufficio protocollo che potrà apporre un timbro di ricevuta sulla copia presentata
- via posta ordinaria

In allegato il relativo modulo

L’istanza è valida se sottoscritta con firma autografa, avendo cura di allegare copia di un documento di identità qualora la stessa non sia firmata in presenza del dipendente addetto.
Se trasmessa per via telematica, secondo le modalità previste dall’art.65 del D.Lgs. 7 marzo 2005, n. 82 recante il «Codice dell’amministrazione digitale - CAD» e ss.mm.ii, in base al quale le istanze sono valide ed equivalenti alle domande sottoscritte con firma autografa apposta in presenza del dipendente addetto al procedimento, nei seguenti casi:
- se sottoscritte mediante la firma digitale;
- ovvero, quando l'istante o il dichiarante è identificato attraverso il sistema pubblico di identità digitale (SPID), nonché attraverso uno degli altri strumenti di cui all'articolo 64, comma 2-novies, nei limiti ivi previsti;
- ovvero sono sottoscritte e inviate via mail unitamente alla copia del documento d'identità;
- ovvero se trasmesse dall'istante o dal dichiarante mediante la propria casella di posta elettronica certificata.

 

 

 

 

 

 

 

AllegatiDimensione
Richiesta accesso generalizzato (formato pdf)166.38 KB